Ti sei mai chiesto perché quel tuo collega sembra guardarti storto? Come mai la commessa del bar non ti ha nemmeno salutato? E pare che il tuo nipotino appena nato non ne voglia proprio sentire di farti un  sorriso…

Wow !!   ….. o sei davvero sfortunato o hai un problema di immagine riflessa.

Conosci la storiella del cane al circo?

Un giorno un cane randagio si intrufolò in un circo viaggiante, alla ricerca di cibo e di un luogo dove ripararsi. Entrò in uno dei tendoni, intrufolandosi nel buio. Arrivato al centro della stanza, si ritrovò accerchiato da numerosi cani. Spaventato iniziò a ringhiare, ad abbaiare forte cercando di intimidirli, ma questi risposero allo stesso modo ringhiando ed abbaiando. Stanco ed impaurito, il cane si scaraventò contro uno dei cani sbattendo così forte da perdere i sensi … era semplicemente nella stanza degli specchi!

Quello che il cane riceveva era semplicemente il riflesso della sua attitudine, del suo malumore e del suo ringhiare.

Quindi, ora, ripensando a quel collega di prima, sei sicuro che distrattamente in un altra occasione non stavi pensando a qualcosa di negativo che ti ha imbronciato e per sbaglio hai incrociato il suo sguardo, ed è lui a pensare che tu non lo sopporti?

E per la commessa? Ti sei ricordato di dare un saluto cordiale all’entrata del bar, un sorriso amichevole ?

Pensaci bene, forse non volendo, il problema è nella tua attitudine verso gli altri, i tuoi modi di fare.

Ricorda, più sei positivo verso gli altri, più la positività rimbalzerà su di te !

Quindi per rompere circoli viziosi, ricorda: fai il primo passo, cambia la tua attitudine.

Ed in quanto al tuo nipotino? … beh, per questo c’è poco da fare, del resto mica puoi piacere a tutti !!